Agevolazioni nei Diritti

Pass disabili Parcheggio x Disabili

Dal 15 settembre prossimo non sarà più valido il vecchio pass arancione, sostituito dal contrassegno disabili europeo (blu)

 

Ci sono ancora quasi due settimane di tempo per richiedere quello nuovo, dopo di che il vecchio contrassegno per disabili – quello arancione, per intendersi- sarà definitivamente fuori legge. A sostituirlo è quello blu, il pass auto per disabili europeo, che potrà essere utilizzato in tutto il territorio comunitario. Già molti si sono visti sostituire il vecchio pass con quello nuovo, ma è bene ricordare che chi fosse ancora in possesso del contrassegno arancione deve fare richiesta il prima possibile al proprio comune, per averlo sostituito.


Il nuovo pass è stato realizzato per permettere una uniformità di utilizzo in Europa, consentendo ai possessori di parcheggiare nelle aree apposite, evitando così di incappare in multe che spesso nel passato hanno guastato le vacanze dei viaggiatori disabili, convinti che il proprio contrassegno avesse validità anche fuori patria. Di colore blu (con il simbolo bianco di una carrozzina), va esposto sempre sul cruscotto dell’auto, così da essere ben visibile. Il nuovo contrassegno ha caratteristiche che ne rendono più difficile la contraffazione: non solo sul retro riportano foto e firma del titolare, ma anche un bollo oleografico ne garantisce l’unicità. Sarà quindi sempre più difficile falsificare questi documenti che per le persone che ne hanno realmente bisogno rappresentano una indispensabile tutela.


I pass, lo ricordiamo, hanno durata di cinque anni, eccezione fatta per i casi di invalidità non permanenti, che danno diritto ad autorizzazioni temporanee. I contrassegni danno diritto di parcheggiare nelle aree riservate ai portatori di handicap, oltre che di accedere alle zone a traffico limitato (qui per le modalità di accesso). In alcuni casi i contrassegni disabili consentono anche di parcheggiare gratuitamente negli spazi a strisce blu, qualora i posti riservati siano occupati. E’ importante ricordare che questo dipende dal regolamento del singolo Comune, che decide in materia, per cui è sempre bene informarsi preventivamente, in particolare se ci si trova in una città diversa dalla propria.

contrassegno disabili-retro
Chi non avesse ancora provveduto a sostituire il vecchio pass arancione (valido fino al 15 settembre 2015) dovrà fare richiesta del nuovo contrassegno (introdotto nel 2012 e gradualmente adottato dai Comuni), onde evitare sanzioni. Il documento deve essere ritirato di persona, perché va firmato. L'utilizzo improprio dei permessi regolari è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 84 a 335 euro. La falsificazione dei pass, invece, è punita penalmente.